Blitz quotidiano
powered by aruba

Svizzera, Canton Svitto fa il referendum per la “flat tax” al 5 per cento

ROMA – Nel Canton Svitto, in Svizzera, sta per tenersi un referendum che mira ad introdurre una flat tax del 5,1%, ovvero una tassa fissa e uguale per tutti sui redditi. Per fare un confronto, si tratta a meno di un quarto rispetto alla più bassa delle aliquote italiane (il 23%, per chi guadagna meno di 15mila euro l’anno). Un referendum che, per inciso, sta facendo discutere. Per molti abitanti del Cantone di Svitto, infatti, si tratta di tasse troppo elevate: in molti, ad oggi, pagano ancora meno.

Come scrive il Corriere del Ticino,

secondo la maggioranza che ha approvato la Flat Rate Tax l’attrattività fiscale del Cantone non viene penalizzata. C’è però, sul fronte opposto, chi ritiene che il conto dell’operazione sarà fatto pagare alla classe media”. Dunque, “per ammortizzare il maggior carico fiscale, le deduzioni sociali a favore dei single verranno aumentate da 10.000 a 13.200 franchi e per le coppie sposate da 20.000 a 26.400 franchi”.

Il Giornale aggiunge che

per ammortizzare il maggior carico fiscale, le deduzioni sociali a favore dei single verranno aumentate da 10.000 a 13.200 franchi e per le coppie sposate da 20.000 a 26.400 franchi. E se si guadagna meno di 4680 franchi svizzeri l’anno (circa 4300 euro), le tasse da pagare equivalgono a zero. Un paradiso, non solo fiscale.

Mica l’unico in Svizzera. In altri cantoni è stata già introdotta la flat tax unica, bassissima. Nel 2007 il 90% dei cittadini del Cantone Obwalden ha detto sì all’introduzione della tassa all’1,8% (eccetto chi guadagna meno di 8.700 euro, quelli non pagano niente), mentre aliquota fiscale sugli utili delle società, che era del 6,6%, è stata abbassata al 6%. Numeri marziani per i contribuenti italiani. Naturale che ci sia la fila alla frontiera per cercare di lavorare in Svizzera, 500 aziende italiane l’hanno ci provano, ha documentato un’inchiesta di un giornale elvetico. L’Iva? In Svizzera è la più bassa d’Europa, al massimo l’8% (in Italia al 22%). Un neoassunto che guadagna 2.500 franchi al mese (circa 2.000 euro) paga il 10 per cento di tasse. Un professionista il 20%.


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'