Blitz quotidiano
powered by aruba

Tacco spillo stiletto ficcato nell’occhio: difendeva amica

Con un tacco a spillo stiletto, una ragazza ha quasi cavato un occhio a un coetaneo per difendere una amica: condannata a 18 mesi di prigione con la condizionale

LONDRA – Con un tacco spillo stiletto, una ragazza ha quasi cavato un occhio a un coetaneo che aveva attaccato briga con una amica di lei e è stata condannata a 18 mesi di prigione con la condizionale.

La ragazza si chiama Shadiya Omar e ha 22 anni, la vittima si chiama Justin Lloyd e ha 22 anni anche lui. È successo a Manchester, circa un anno fa. Al processo sono emersi i dettagli della vicenda, svoltasi davanti a un albergo, il Mercure Hotel. In Inghilterra molta vita mondana si svolge negli alberghi, dai bar alle sale per pranzi e feste. Nel Mercure Hotel inoltre alloggiava il boyfriend di Shadiya.

Shadiya e la sua amica erano uscite dall’albergo e cercavano un taxi per andare a casa. Justin Lloyd era con un gruppo di amici tutti un po’ bevuti. Non è chiaro come sia nata la discussione. A un certo momento Justin Lloyd ha avvicinato l’amica di Shadiya (il nome non è uscito sui giornali) e le ha offerto delle patatine fritte da un sacchetto sigillato ma la donna lo ha allontanato con una mossa brusca della mano. La reazione di Justin Lloyd è stata di cercare di rovesciarle in testa il resto del pacchetto di patatine.

Shadiya è scattata, reagendo con un eccessiva aggressività e, impugnando una scarpa come un’arma, ha infilato un tacco spillo stiletto dritto nell’occhio sinistro di Justin Lloyd. Al processo Shadiya Omar ha detto che le scarpe se le era già tolte in precedenza perché le facevano male. Secondo l’accusa, se le è sfilate apposta.

Il tacco a spillo tipo stiletto è entrato con tanta forza nell’occhio sinistro del ragazzo che ci si è conficcato e il poveretto lo ha dovuto estrarre con grande dolore.

Quando la Polizia è arrivata sulla scena dell’incidente e ha arrestato Shadiya Omar, la ragazza si trovava nella stanza dell’albergo occupata dal suo boyfriend.

Justin Lloyd è stato portato al pronto soccorso e poi all’ospedale oftalmico. Aveva una frattura nell’orbita e presentava contusioni, abrasioni e dall’occhio sinistro uscivano lacrime di sangue.
In udienza è stato detto che solo per un miracolo l’uomo non ha perso la vista, ma ancora soffre per i dolori della ferita e anche gli effetti psicologici. Un perito ha detto che l’uomo è stato costretto a lasciare il lavoro e soffre della cicatrice all’occhio.
Il perito ha detto: “Si guarda nello specchio tutti giorni E ha un continuo ricordo della ferita del dolore che ha sofferto”.

L’avvocato della ragazza che ha riconosciuto la sua colpevolezza ha detto che

“Shadiya Omar si era tolta le scarpe perché le facevano male e non aveva intenzione di usarle come arma. Quando ha impugnato il tacco spillo stiletto lo ha fatto per fermare l’uomo dall’assalto alla sua amica senza avere intenzione di colpirlo all’occhio. Ha agito per eccesso di difesa, gruppo di uomini al metteva paura, erano tutti giovanotti alti che erano a un buon livello anche di ubriachezza”.

Il giudice ha condannato la ragazza a 18 mesi di prigione con la sospensione per due anni. Le ha anche inflitto sei mesi di lavoro socialmente utile senza paga e anche € 120 di rimborso spese alla vittima.
Ha detto il giudice:

“So che una scarpa è un’arma violente e ora lo sai anche tu che è così. Mi rendo conto della situazione e accetto che si trattò di un momento di reazione spontanea. Quello di quei giovani era un atteggiamento aggressivo e burbanzoso nei confronti della tua amica”.

Justin Lloyd ha detto che la sera dell’ incidente lui era stato alla festa di compleanno di un suo amico. È stato uno scherzo l’offerta delle patatine alle ragazze. Dopo l’incidente è stato un giorno e mezzo in ospedale con l’occhio bendato e col timore di perdere la vista.

“Fu una sensazione strana nell’occhio, ero in completo stato di choc, con la paura di perdere la vista”.

Da quel giorno Justin Lloyd, che fa il muratore, ha perso molta autostima, non ha più voglia di frequentare i suoi amici e anche avuto problemi a trovare un lavoro permanente perché i suoi problemi di vista hanno reso difficile trovare lavoro in un cantiere. Si vende conto che la ragazza aveva agito per difendere la sua amica ma era un modo pazzesco di reagire:

“Sono stato fortunato a non perdere la vista. Non è questione se sono contento della sentenza. È semplicemente inquietante quello che lei ha fatto. Quello che ha fatto è una cosa pazzesca e fa paura. Mi guardava senza rendersi conto e senza rimorso. Adesso comunque è tutto finito e posso continuare con la mia vita. “

La madre del ragazzo ha detto:

“Dal giorno dell’incidente mio figlio è diventato asociale. Non riesce amici. Passa il tempo seduto la sua camera depresso”.

Immagine 1 di 4
  • Tacco spillo stiletto ficcato nell'occhio
Immagine 1 di 4


PER SAPERNE DI PIU'