Cronaca Europa

Tara Palmer-Tomkinson “non è morta per tumore al cervello”. Il tweet della sorella

Tara Palmer-Tomkinson "non è morta per tumore al cervello". Il tweet della sorella

LONDRA – Tara Palmer-Tomkinson, ex modella e regina della Londra mondana degli anni ’90, scomparsa la scorsa settimana a 45 anni, non aveva un tumore maligno al cervello né, come affermano gli amici, “lanciato un grido d’aiuto o vivesse in un mondo di fantasia”.

La realtà è diversa e la rivela su Twitter la sorella Santa Montefiore, 47 anni, scrittrice: la “It Girl” degli anni ’60, grande amica e figlioccia di Carlo d’Inghilterra, è deceduta a causa di un’ulcera innescata da una peritonite, una perforazione interna del tratto gastrointestinale.

Questo è ciò che dice il rapporto del medico legale e aggiunge che la formazione non cancerosa sulla ghiandola pituitaria da cui era affetta, non ha provocato il decesso.

Il tweet potrebbe essere visto una difesa dalle affermazioni di fonti anonime che, nei giorni scorsi, dicevano che Tara stesse ancora facendo uso quotidiano di cocaina, avendo già combattuto, l’anno precedente, contro una dipendenza da 400 sterline al giorno.

Una fonte, ha detto al Daily Mirror: “Tara spesso viveva in un mondo di fantasia, pensava di avere un tumore al cervello ma la verità è che non c’è mai stato nessun cancro. Non vedeva il confine tra realtà e finzione, gli amici scremavano quel che diceva ma, spesso, le sue incredibili storie era completamente vere”.

Il corpo senza vita della donna è stato trovato nel suo lussuoso appartamento da 1,6 milioni di sterline a ovest di Londra. Un caro amico rivela che nei giorni precedenti la morte era ricaduta in un “periodo buio”.

La scorsa settimana, è emerso che la linea di moda Desiderata dell’ex modella aveva un debito di 200.000 sterline.
Charles Anthony Palmer-Tomkinson, 77, il padre di Tara, è un proprietario terriero, filantropo, ex sciatore olimpico e amico intimo del principe Carlo.

To Top