Blitz quotidiano
powered by aruba

Francia. Taxi, terzo giorno di sciopero contro NCC e Uber

Terzo giorno di mobilitazione dei taxi francesi contro le NCC e Uber. A metà giornata, si sono interrotte le trattative con il mediatore nominato dal premier Manuel Valls, con gli scioperanti che hanno abbandonato il negoziato affermando che le loro richieste - divieto delle auto a noleggio o indennizzo dei tassisti - non sono prese in giusta considerazione.

FRANCIA, PARIGI – Terzo giorno di mobilitazione dei taxi francesi contro le NCC e Uber. A metà giornata, si sono interrotte le trattative con il mediatore nominato dal premier Manuel Valls, con gli scioperanti che hanno abbandonato il negoziato affermando che le loro richieste – divieto delle auto a noleggio o indennizzo dei tassisti – non sono prese in giusta considerazione.

Numerosi i blocchi del traffico, con i taxi – 1.400 circa giovedi – che si sono spinti fino agli Champs-Elysees, dove si sono fermati a lungo. In serata, ad una nuova riunione che il governo sta cercando di mettere in piedi, dovrebbe partecipare anche il premier Valls.