Cronaca Europa

Padre Hamel. “Vade retro Satana!”: un anno fa le ultime parole ai boia Isis di Rouen

Padre Hamel. "Vade retro Satana": un anno fa le ultime parole ai boia Isis di Rouen

Padre Hamel. “Vade retro Satana”: un anno fa le ultime parole ai boia Isis di Rouen

ROMA – Padre Hamel. “Vade retro Satana”: un anno fa le ultime parole ai boia Isis di Rouen. Padre Jacques Hamel, il sacerdote ucciso esattamente un anno fa mentre diceva messa nella parocchia di Saint-Étienne-du-Rouvray “è più vivo che mai”: lo ha detto l’arcivescovo di Rouen, Dominique Lebrun, durante le commemorazioni della vittima assassinata da due terroristi affiliati all’Isis.

“Uccidere in nome di Dio è inumano. L’odio non ha trionfato e non trionferà”, ha aggiunto. Lebrun ha anche ringraziato la comunità musulmana per aver “tenuto ad essere presente” alla cerimonia odierna in ricordo di Frère Jacques.

Martire, presto santo (Papa Francesco ha chiesto una deroga per accelerare il processo di beatificazione), combattente contro il male, contro il Demonio. Frère Jacques (in Francia, curiosamente, la nostra filastrocca su Fra Martino ha invece il suo nome) al cospetto della morte imminente affrontò gli sgozzatori fanatici dell’Isis con il coraggio di un prete faccia a faccia con il Male: “Va-t’en Satan!”, (vade retro Satana, possiamo tradurre) disse loro.

In quell’attimo fatale Frère Jacques ha anche rimesso la Chiesa di fronte a una questione negli ultimi decenni confinata alla periferia del dibattito teologico: la questione del Male, la presenza del demonio, la necessità di armare braccio e parola contro il Principe delle Tenebre, il Grande nemico di Dio, nomi e attributi che negli ultimi anni i pastori della Chiesa hanno evitato come un retaggio anacronistico.

To Top