Blitz quotidiano
powered by aruba

Viagra nella torta per i colleghi: capo lo mangia e…finisce in ospedale

LONDRA – Un simpatico impiegato inglese di 24 anni ha deciso di fare uno scherzo ai suoi colleghi mettendo una intera confezione di viagra nei dolcetti che ha portato in ufficio. Peccato però che il dolce sia piaciuto molto al suo capo, tanto da fare un bis che gli è quasi costato la vita e l’ha portato diretto in ospedale. Dal canto suo il dipendente si è detto dispiaciuto: “Non volevo far star male nessuno, volevo solo che avesse una erezione”.

Rachele Nenzi sul quotidiano Il Giornale scrive che Benhamin Chope, impiegato inglese di 24 anni, ha portato in ufficio 8 tortine per festeggiare il giorno dei Santi Innocenti e le ha offerte ai suoi colleghi e al suo capo:

“Oltre agli ingredienti previsti dalla ricetta, però, il giovane Benjamin ha riversato nell’impasto anche il contenuto di un’intera confezione di Viagra. Quindi, dopo il primo giro di assaggi, ha invitato il capo, tale Daniel Webber, a concedersi il bis. Dopo aver ingerito una quantità esagerata del farmaco eccitante, spiega The Sun, Webber si è sentito male ed è corso in bagno per provare a vomitare. Quindi si è reso necessario il ricovero in ospedale.

Ingerire quantità eccesive di Viagra, infatti, può provocare effetti collaterali molto seri. Il medicinale influisce infatti sul flusso sanguigno e se ingerito in quantità smodate può essere fatale a chi soffre di cuore o ha difficoltà respiratorie. “Non intendevo fare del male a nessuno ma ho pensato che sarebbe stato divertente dare un’erezione al mio datore di lavoro”, si è giustificato Benjamin. Che ora però si è beccato una condanna a ottanta ore di lavoro non retribuito e a dodici mesi di volontariato forzato”.