Blitz quotidiano
powered by aruba

Wilhelm Kusterer, boia di Marzabotto: Germania lo “perdona”

STOCCARDA – La magistratura tedesca “perdona” Wilhelm Kusterer, un criminale di guerra nazista già condannato in Italia per la strage di Marzabotto e nel marzo scorso al centro di uno scandalo perché era stato insignito di un’onorificenza in Germania poi ritirata dopo alcuni mesi.

La procura di Stoccarda ha archiviato le indagini per omicidio nei confronti del 94enne ex-sergente delle Ss dato che un processo sarebbe “inammissibile a causa della sua perdurante inabilità” a presentarsi in aula, riferisce l’agenzia tedesca Dpa. Inoltre le indagini iniziate nel 2013 non hanno prodotto prove della colpevolezza dell’anziano di Engelsbrand (Baden-Württemberg, sud-ovest della Germania), sostiene ancora la procura.

All’ex componente della divisione carristi “Reichsführer SS” il suo Comune aveva conferito una medaglia per meriti sociali ma poi l’onorificenza era stata ritirata quando era emersa la condanna per la strage di Marzabotto, il paese sull’Appennino bolognese teatro del più feroce eccidio nazifascista in Italia.

Il sindaco di Engelsbrand, Bastian Rosenau, si era giustificato sostenendo che “nessuno era a conoscenza del passato di Kusterer” e non c’era intenzione di offendere la memoria delle vittime di Marzabotto.