Cronaca Europa

Youssef Zaghba, il vicino di casa: “Portò via la mia gattina e la fece sbranare dai cani”

Youssef Zaghba, il vicino di casa: "Portò via la mia gattina e la fece sbranare dai cani"

Youssef Zaghba, il vicino di casa: “Portò via la mia gattina e la fece sbranare dai cani”

BOLOGNA – Youssef Zaghba, il giovane italo-marocchino di 22 anni tra gli autori dell’attentato terroristico di sabato 3 giugno a Londra, non era nuovo alla violenza. Almeno nei confronti degli animali. In passato, infatti, avrebbe rubato una gattina di due mesi ad un vicino di casa per farla sbranare da dei cani.

E’ quanto ha raccontato al settimanale Oggi Federico Delmonte, un agricoltore della stessa zona del bolognese in cui abita la madre di Youssef Zaghba, italiana.

Il 12 agosto del 2014 il giovane italo-marocchino, che tutte le estati andava in vacanza sulle colline di Fagnano, insieme ad un amico portò via a Delmonte una gattina di due mesi e la lanciò nel giardino di una villa per farla sbranare da un pastore tedesco.

 

Quando io e mia moglie abbiamo visto la sua foto in tv, ha raccontato a Oggi Delmonte, abbiamo avuto un colpo: “È lui” abbiamo detto”.

L’agricoltore il giorno dopo aveva denunciato il fatto ai carabinieri, indicando anche l’indirizzo di Youssef, ma da quel giorno non ha più avuto saputo niente.

Nato a Fez, in Marocco, nel gennaio del 1995, Youssef Zaghba aveva studiato informatica nella stessa città marocchina. I genitori, infatti, erano separati, la madre Valeria era tornata in Italia e lui veniva a trovarla solo d’estate.

 

 

To Top