Blitz quotidiano
powered by aruba

Alimentari per poveri abbandonati in campo, indagine Procura

Aiuti umanitari destinati ai poveri gettati come rifiuti in terreno agricolo alla periferia di Squinzano. Una vicenda sulla quale la Procura di Lecce ha aperto un'inchiesta al momento a carico di ignoti con l'accusa di abbandono incontrollato di rifiuti.

LECCE – Aiuti umanitari destinati ai poveri gettati come rifiuti in terreno agricolo alla periferia di Squinzano. Una vicenda sulla quale la Procura di Lecce ha aperto un’inchiesta al momento a carico di ignoti con l’accusa di abbandono incontrollato di rifiuti.

Il ritrovamento da parte dei vigili urbani del comune salentino risale a giovedì scorso, su segnalazione del custode del fondo agricolo, in zona Farascita, di proprietà di una coppia residente fuori provincia.

Si tratta di ingenti quantitativi di pacchi di pasta con scadenza 2018 recanti ancora la scritta e le etichette con marchio Ue e cassette di frutta, mandarini e soprattutto kiwi, per la maggior parte marcia.

Gli agenti della polizia locale hanno sequestrato l’area in cui é avvenuto lo scarico, repertando tutto il materiale per cercare risalire ai responsabili. Impossibile dire al momento se si tratti dell’iniziativa di un’impresa, nel qual caso scatterebbe il profilo penale, o di un privato che potrebbe cavarsela con una sanzione amministrativa.

Con tutta probabilità lo scarico é avvenuto la settimana scorsa, almeno sulla base dell’ultimo controllo effettuato dal custode. Lo scorso anno un episodio analogo si verificò proprio a Squinzano, ma nell’occasione gli esecutori materiali vennero rintracciati grazie alla solerzia di un cittadino che fotografò la targa di un veicolo.