Blitz quotidiano
powered by aruba

Caffè. Gli italiani si bevono 6 miliardi di tazzine all’anno

TRIESTE – Nei 149.000 bar italiani si consumano sei miliardi di tazzine di caffè all’anno, 175 al giorno per una media tra le 202 nei morning bar, 220 nei lunch bar, 170 tazzine nei bar multipurpose, 85 negli evening bar, 200 nei bar ‘generici. L’espresso italiano rappresenta un volume di affari annuo di 6,6 miliardi di euro, pari al 32,5% del fatturato totale di un bar.

I dati sono stati diffusi a Trieste dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe) nell’ambito della fiera specializzata Triestespresso Expo 2016.

“Il caffè – ha commentato Lino Enrico Stoppani, presidente della Fipe – resta una delle espressioni del buon vivere italiano e un patrimonio che il nostro settore deve continuare a preservare. La caffetteria è infatti ancora una volta il prodotto di punta del bar italiano e costituisce circa un terzo del relativo volume d’affari”.

”Si tratta di un bene dal consumo estremamente ampio su tutto il territorio italiano ma che ha bisogno di un rilancio in termini di qualità, sia del prodotto stesso che del servizi”. A Trieste Fipe, Associazione italiana caffè (Ica) e Camera di commercio di Trieste stanno collaborando al fine di trovare delle clausole e delle formule che definiscano in modo chiaro e trasparente i diritti e i doveri delle parti, per rendere il contratto di vendita sostenibile per tutte le componenti della filiera del caffè.

Il prezzo al pubblico nelle principali città italiane va da 99 centesimi a Milano, 1,02 euro a Venezia, 1,04 euro a Torino, un euro a Genova, 1,08 euro a Bologna, 1,01 euro a Firenze, 86 cent a Roma e a Napoli, 0,75 euro a Bari e 0,92 euro a Palermo.