Cronaca Italia

A14, crolla ponte su autostrada, i nomi delle vittime: Emidio Diomedi e Antonella Viviani

A14, crolla ponte su autostrada, i nomi delle vittime: Emidio Diomedi e Antonella Viviani

A14, crolla ponte su autostrada, i nomi delle vittime: Emidio Diomedi e Antonella Viviani

ANCONA – Due morti e tre feriti: questo il drammatico bilancio del crollo avvenuto intorno alle 13,30 di giovedì 9 marzo, di un cavalcavia sull’autostrada A14 all’altezza di Camerano, in provincia di Ancona.

Le due vittime sono Emidio Diomedi, 60 anni e la moglie Antonella Viviani, 54. La coppia viveva a Spinetoli, in provincia di Ascoli Piceno. Si trovavano a bordo di una Nissan Qashqai che passava sotto al ponte nel momento del crollo.

Sposati da 36 anni, Emidio Diomedi e Antonella Viviani gestivano insieme un’azienda di confezioni con sede a Colli del Tronto. La polizia ha informato nel pomeriggio i familiari della tragedia avvenuta. I coniugi Diomede lasciano due figli, Daniela e Daniele.

“La notizia della tragedia che ha colpito la famiglia Diomede rattrista immensamente non solo me, ma tutta la comunità di Spinetoli, città alla quale Emidio e Antonella erano legatissimi e noi tutti a loro”. E’ commosso il sindaco di Spinetoli Alessandro Luciani nel ricordare i due coniugi.

La coppia si stava recando presso l’ospedale regionale di Torrette per una visita di controllo della donna, che recentemente era stata sottoposta ad un intervento chirurgico. “Persone squisite, attaccate al nostro territorio tanto da contribuire non solo economicamente all’organizzazione di feste ed eventi, ma partecipandovi personalmente, soprattutto d’estate” prosegue il sindaco, rivelando che i coniugi Diomede “stavano per diventare ancora una volta nonni, poiché la moglie del figlio Daniele è in dolce attesa”.

Il ponte si è spezzato ai lati, schiantandosi a terra proprio mentre transitava la Nissan con i due coniugi rimasti uccisi. Stando a quanto si è appreso, sul ponte, una costruzione già esistente, erano in corso lavori di manutenzione su entrambi i lati, affidati a due diverse ditte.

Si sente “miracolata” Anna Maria Mancinelli, di Porto Sant’Elpidio (Fermo), che stava viaggiando sulla stessa autostrada. La sua auto è riuscita a frenare “un centinaio di metri prima”. “Prima abbiamo visto della macchine ferme – racconta all’Ansa – poi un autoveicolo schiacciato e abbiamo capito che cosa era successo. Sono laica, ma stavamo tornando da un conferenza stampa di presentazione ad Ancona della Festa delle Pro Loco che si terrà il 12 marzo a Loreto, dove verranno benedetti i gonfaloni dell’Unpli. Questo e il fatto che ci troviamo nel territorio di Loreto mi fanno sentire una miracolata”.

To Top