Blitz quotidiano
powered by aruba

Accarezza teca di San Leopoldo. Aveva infezione, è guarita

I medici, secondo quanto raccontato dall'arcivescovo Tonucci, stanno cercando delle spiegazioni razionali, per dimostrare che questa guarigione è davvero miracolosa.

PADOVA – Una donna sarebbe inspiegabilmente guarita da una grave infezione al volto dopo aver visitato le spoglie di San Leopoldo Mandic a Loreto. A darne l’annuncio, parlando di probabile miracolo durante la messa per il santo, è l’arcivescovo Giovanni Tonucci, delegato pontificio per la basilica di Sant’Antonio e prelato di Loreto, come riporta Il Mattino di Padova.

L’episodio è avvenuto lunedì mattina, 15 febbraio, quando una donna in pellegrinaggio al santuario che ospita i resti di San Leopoldo avrebbe appoggiato alla guancia un fazzoletto precedentemente strofinato sulla teca del santo.

La pellegrina sarebbe poi guarita prima di affrontare un intervento chirurgico. Come ha poi spiegato ai medici, poco prima la zia le aveva appoggiato sulla guancia un fazzoletto che aveva passato sulla teca dove ci sono i resti di San Leopoldo. I medici, secondo quanto raccontato dall’arcivescovo Tonucci, stanno cercando delle spiegazioni razionali, per dimostrare che questa guarigione è davvero miracolosa.


TAG: ,