Cronaca Italia

Adele De Vincenzi morta a 16 anni, i 2 ragazzi arrestati: “Mai stati male con Mdma…”

Adele De Vincenzi morta a 16 anni, i 2 ragazzi arrestati: "Mai stati male con Mdma..."

Adele De Vincenzi morta a 16 anni, i 2 ragazzi arrestati: “Mai stati male con Mdma…” (foto di repertorio)

GENOVA – “Non era la prima volta che prendevamo l’Mdma. Lo facevamo ogni tanto per sballarci nel fine settimana, ma non eravamo mai stati male”. E’ quanto hanno detto agli investigatori i due ragazzi, della provincia di Genova, Sergio Bernardin e Gabriele Rigotti, 21 e 19 anni, arrestati dalla squadra mobile per la morte della sedicenne Adele De Vincenzi. Bernardin è il fidanzato della vittima, mentre Rigotti è un amico, fidanzato dell’altra minorenne coinvolta.

I due, secondo quanto ricostruito, avevano acquistato la droga da un pusher di 17 anni di Busalla (Genova). L’avevano portata nella stanza in affitto dove vive Rigotti. I quattro hanno consumato la metanfetamina e poi sono usciti. Arrivati in centro, Adele si è sentita male e gli amici hanno chiamato i soccorsi. In casa di Rigotti gli agenti hanno trovato altri tre grammi di Mdma, oltre a una confezione di funghi allucinogeni che non sarebbero stati usati. I due sono accusati di spaccio aggravato e morte come conseguenza di altro reato.

Sono già due, nel giro di pochi mesi, le minorenni morte a Genova per uso di droga. Lo scorso 13 maggio era morta una ragazza di 17 anni dopo una notte passata con una amica sudamericana di 25 anni in casa a consumare droghe e alcol. La giovane, nata in Italia ma di origini ecuadoriane, era stata trovata esanime in un appartamento di Borgoratti. Le aveva trovate il proprietario di casa, un pensionato, da cui la più grande lavorava come badante. La giovane aveva iniziato a consumare droghe soltanto da un mese, da quando aveva conosciuto l’amica più grande. In quel caso, le due avevano assunto crack e hashish e avevano bevuto. La ragazza più grande si era salvata ed è stata indagata.

To Top