Cronaca Italia

Aggrappati ai treni in corsa: l’ultima follia social sulla Milano-Lecco

Aggrappati ai treni in corsa: l'ultima follia social sulla Milano-Lecco

Aggrappati ai treni in corsa: l’ultima follia social sulla Milano-Lecco

MILANO – Saltano sui treni in corsa e si aggrappano alle porte dei vagoni. E’ l’ultima follia social, una sfida scellerata che sta prendendo sempre più piede tra i giovanissimi in Lombardia. A dare l’allarme è l’amministratore delegato di Trenord, Cinzia Farisé, che ha già portato il fenomeno all’attenzione del prefetto di Lecco, Liliana Baccari e al dirigente della Polfer regionale Maria Cervellini.

Accade regolarmente sui treni della linea Milano-Lecco. Sono ragazzini del liceo, che all’uscita da scuola, per sfida o mero divertimento, danno l’assalto ai treni in marcia. Alcuni capotreni li hanno sorpresi in più di un’occasione, ma a nulla sono valsi i rimproveri. Come racconta Farisè al quotidiano Il Giorno:

“Costoro, con assoluta aggressività, li hanno minacciati e allontanati anche fisicamente”.

Ci sono anche filmati che circolano sul web, soprattutto su Snapchat e Telegram, cioè social network “chiusi”, in cui vengono invitati a partecipare solo coetanei fidati e al riparo dagli occhi “indiscreti” dei genitori.

San raffaele

Riporta ancora Il Giorno:

L’altra sfida del momento diffusa tra alcuni giovanissimi pendolari è quella di manomettere i comandi dei treni, utilizzando le chiavi quadre, che si possono comperare in qualsiasi ferramenta o negozio per il fai da te, per aprire e chiudere porte, spegnere e accendere le luci di bordo, persino entrare nella cabina di guida riservata al macchinista.

“Si tratta di comportamenti innanzitutto pericolosi – prosegue Cinzia Farisè – ma che causano pure ritardi alla circolazione e perdite economiche”. L’unica consolazione è che al momento nessuno si è fatto male. Ma ancora per quanto?

To Top