Cronaca Italia

Aldo Giancotti, giudice scrupoloso ma lento. Lo Stato gli chiede 20mila euro per risarcire

Aldo Giancotti, giudice scrupoloso ma lento. Lo Stato gli chiede 20mila euro per risarcire

Aldo Giancotti, giudice scrupoloso ma lento. Lo Stato gli chiede 20mila euro per risarcire

UDINE – Un giudice scrupoloso ma lento. Fin troppo, al punto da costituire un danno erariale per lo Stato. Per questo Aldo Giancotti, ex magistrato al Tribunale di Belluno poi promosso e festeggiato alla Corte d’Appello di Venezia, è stato condannato dalla Corte dei Conti del Veneto a rimborsare lo Stato per 20 mila euro. A tanto ammontano i risarcimenti che a sua volta e per suo conto lo Stato è stato costretto a riconoscere ai cittadini vittime della lungaggine dei suoi processi.

“Scarsi risultati in termini di produttività”, scrivono i giudici contabili, nonostante le attestazioni di stima riconosciute al magistrato da più parti. Come riporta L’Arena:

Nonostante al magistrato sia stata riconosciuta dedizione al lavoro e scrupolosità nella preparazione delle istruttorie e dei documenti, in sette casi, a fronte delle migliaia di cause trattate nella sua carriera, impiegò oltre tre anni a scrivere le sentenze. Giancotti si è difeso ricordando il troppo lavoro e l’esigenza di sostituire alcuni colleghi ma per la Corte dei Conti il suo comportamento sarebbe stato legato a incapacità di organizzarsi il lavoro.

 

To Top