Blitz quotidiano
powered by aruba

Alessandria, abusa della vicina di casa 13enne disabile

ALESSANDRIA – Abusi sessuali su una 13enne invalida. E’ la pesante accusa contro un uomo di 45 anni, vicino di casa della bambina, una storia che arriva da Alessandria e finita con l’arresto dell’uomo. Ne parla Il Secolo XIX:

Avrebbe abusato a lungo di una ragazzina di 13 anni, parzialmente invalida, sua vicina di casa, che portava nella sua abitazione o in luoghi isolati dell’Ovadese per poter agire indisturbato, approfittando anche dei problemi psicologici di lei. Per questo un operaio i 45 anni di Ovada è stato arrestato con l’accusa di violenza aggravata dai carabinieri, che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura e dal tribunale di Alessandria. Le indagini sono partite a dicembre, dopo le prime rivelazioni della ragazza, scoperchiando l’orrore che si nascondeva tra le mura di una palazzina in pieno centro. L’uomo si sarebbe approfittato da tempo della ragazza, che non aveva mai avuto il coraggio di confessare nulla, sotto le minacce di ritorsioni. Il vicino di casa, già noto alle forze dell’ordine, le aveva anche regalato un completino intimo, con cui le aveva poi scattato alcune foto ritrovate sul suo cellulare durante le perquisizioni domiciliari. Anche gli esami medici sulla vittima hanno confermato gli avvenuti rapporti sessuali, come la tredicenne aveva rivelato in dolorose testimonianze raccolte con delicatezza, e con l’aiuto di personale specializzato, dai carabinieri. L’uomo è ora rinchiuso nel carcere di Alessandria