Blitz quotidiano
powered by aruba

Alessandro Schettini, militare Marina, muore in elicottero

MANDURIA – Un militare della Marina Militare, Alessandro Schettini, è morto precipitando da un elicottero, guidato da un altro pilota, durante un volo di esercitazione nei pressi dell’aeroporto militare dismesso tra Manduria (Taranto) e Oria (Brindisi). A quanto si è appreso la vittima era in servizio nella base aerea di Grottaglie. Il militare è caduto da un altezza di circa trenta metri per cause in corso di accertamento ed è morto sul colpo. L’incidente è avvenuto durante una simulazione di recupero. Sul posto sono intervenuti personale del 118 e i carabinieri. La magistratura ha aperto un’inchiesta.

Nell’incidente ha perso la vita il sottocapo Alessandro Schettini, di 32 anni, residente ad Ostuni (Brindisi) ed in forza al Quarto Gruppo Elicotteri di Grottaglie. In una nota il comando Marina sud spiega che l’incidente è avvenuto in territorio di Manduria “alle 19 di oggi durante una attività di addestramento con l’elicottero Sh90 che prevedeva l’impiego del verricello” e che “sono in corso gli accertamenti per verificarne la dinamica”. I familiari sono stati informati “e – conclude Marina sud – sono assistiti dal Comandante del Gruppo Elicotteri e da personale sanitario della Marina. La Marina si stringe alla famiglia in questo drammatico giorno”.

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, appresa la notizia del decesso di Schettini, avvenuta durante lo svolgimento di un’attività addestrativa a Manduria in provincia di Taranto, ha espresso ai familiari del graduato di truppa e al Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Italiana, ammiraglio Giuseppe De Giorgi, profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza a nome suo personale e delle Forze Armate.