Blitz quotidiano
powered by aruba

Perugia, donna investita da treno: gambe amputate

PERUGIA – Una donna ucraina di 43 anni è stata investita da un treno la sera di sabato 11 giugno nella stazione di Perugia. La donna stava attraversando i binari senza ricorrere ai sottopassaggi e il treno non è riuscito ad evitarla. Gravissime le ferite riportate, i medici sono stati costretti ad amputarle entrambe le gambe.

Tutto inizia intorno alle 20 si sabato alla stazione di Perugia. La donna, di nazionalità ucraina, scende dal treno e comincia ad attraversare i binari con le uste della spesa in mano, senza percorrere dunque i sottopassaggi presenti nello scalo ferroviario. Quando il treno arriva, l’impatto è violento e il macchinista non riesce a evitare di colpire la donna, che riporta delle gravissime ferite agli arti inferiori.

La donna è stata soccorsa e ricoverata nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Maria della Misericordia a Perugia in condizioni molto gravi. I medici hanno fatto di tutto per cercare di salvare gli arti ma le sue condizioni apparivano disperate. Prima di procedere all’amputazione delle gambe, i medici sono intervenuti con trasfusioni di sangue e provato a suturare le gravissime ferite agli arti inferiori riportate dalla donna ma non c’è stato nulla da fare: sono stati costretti a procedere all’amputazione.