Blitz quotidiano
powered by aruba

Anas dice che usiamo di più l’auto: traffico +4,3%

ROMA – Anas dice che usiamo di più l’auto: traffico +4,3%. A gennaio del 2015 è tornato quindi a crescere il traffico sulle strade d’Italia. A rivelarlo è un dossier del nuovo Osservatorio traffico dell’Azienda nazionale autonoma delle strade (Anas). In particolare, nonostante i livelli di smog siano costantemente alti, i flussi sono aumentati del 4,3 per cento rispetto allo stesso mese del 2015, con punte del +6,88% e +5,78% rispettivamente nell’area del Mezzogiorno ed in Sicilia.

Il confronto con il mese precedente, però, mostra una flessione: -7% circa sulla rete stradale nazionale rispetto a dicembre 2015 con punte del -9% nell’area Sud. La causa è dovuta al calo stagionale del traffico di gennaio rispetto a quello del mese di dicembre quando molti automobilisti si sono messi in viaggio per trascorrere le festività lontano da casa.

L’arteria più trafficata di tutta la rete stradale nazionale di 25 mila km di competenza Anas, è il Grande Raccordo Anulare di Roma: venerdì 22 gennaio si è raggiunto il picco massimo con il passaggio di 163.880 veicoli. Al Nord, la palma di questo primato spetta alla Strada Statale 36 nel tratto in provincia di Lecco: venerdì 22 gennaio sono stati circa 82.500 i passaggi totali. Al Sud, invece, è la Strada Statale 16 “Adriatica”, nel tratto della tangenziale di Bari, ad aggiudicarsi lo scettro: 126.264 i passaggi totali giornalieri registrati venerdì 22 gennaio (+7 per cento rispetto a gennaio 2015).

Per quanto riguarda le Isole, in Sicilia, è la Tangenziale di Catania a essere la strada più trafficata: venerdì 29 gennaio sono stati registrati 76.776 veicoli e 4.235 mezzi pesanti. In Sardegna, invece è sulla Strada Statale 131dir a registrare i flussi più intensi: 45.047 veicoli sono stati rilevati nel comune di Cagliari martedì 5 gennaio.


TAG: ,