Blitz quotidiano
powered by aruba

Android, nuovo virus: blocca schermo dello smartphone e…

ROMA – I virus informatici sono sempre in agguato e una nuova minaccia arriva per gli smartphone Android. Il pericolo si annida nelle app e nei siti per adulti, che una volta aperti possono trarre in inganno il malcapitato utente e infettare il suo dispositivo.

Manuela Rizzo sul sito News Italiane scrive che a lanciare l’allarme per  Android è stato Alex Dubrovsky, ricercatore informatico della società Dell, che ha spiegato come il nuovo virus si starebbe diffondendo in modo velocissimo tra i dispositivi, scardinandone i controlli di sicurezza e portando il telefono alla morte:

“Il virus in questione, praticamente, una volta annidato sul vostro smartphone agisce immediatamente bloccando lo schermo del dispositivo e rendendolo praticamente inutilizzabile. Prima di condurre lo smartphone alla morte definitiva il virus non fa altro che agire sottraendo i dati personali contenuti all’interno dello stesso. “Abbiamo trovato più di 100 applicazioni che contengono questo malware“, hanno dichiaratogli esperti.

Lo stesso ricercatore di Dell, a tal riguardo ha dichiarato: “Gli hacker stanno preparando un nuovo attacco dalle dimensioni molto più grani e l’obiettivo è quello di bloccare i dispositivi mobili e di sottrarre dati ed informazioni personali in esso contenuti”. Il virus stando a quanto emerso si nasconderebbe anche all’interno di applicazioni contenute all’interno del Play Store di Google che hanno come oggetto la visione di filmati così come di immagini.Resta da capire come abbia fatto il ricercatore a capire dove si annidasse il virus. Secondo l’esperto, al momento, i “danni” si limiterebbero al blocco dello schermo e non all’eventuale richiesta di un riscatto per ottenere un codice per sbloccarlo, questo forse perché è il malware si troverebbe ancora nella fase embrionale.

Il rischio è che gli hacker possano arrivare a sviluppare il virus arrivando all’obiettivo finale ovvero quello di recuperare quante più informazioni possibili.“Sospettiamo che gli autori si stiano preparando per un assalto letale dalle dimensioni molto più vaste. Il malware non ruba né dati né denaro, poiché è nelle sue fasi iniziali”, ha concluso Alex Dubrovsky. Il consiglio primario è quello di evitare l’installazione di applicazioni da store non ufficiali, e soprattutto di proteggersi attraverso software di sicurezza aggiornati.Gli hacker di tutto il mondo si danno particolarmente da fare per nascondervi malware e virus pensati per danneggiare il vostro cellulare.Attenzione dunque ai siti che visitate e soprattutto attenzione del fare i download”.


PER SAPERNE DI PIU'