Cronaca Italia

Angela Celentano, la cugina Rosa in Procura. Fece un “sogno premonitore”

Angela Celentano, la cugina Rosa in Procura. Fece un "sogno premonitore"

Angela Celentano, la cugina Rosa in Procura. Fece un “sogno premonitore”

TORRE ANNUNZIATA (NAPOLI) – Si allargano le indagini sulla scomparsa di Angela Celentano, la bambina scomparsa a tre anni il 10 agosto 1996 sul Monte Faito, in provincia di Napoli. La cugina della ragazza, Rosa Celentano, figlia del fratello di Catello Celentano (padre di Angela), è stata ascoltata in Procura a Torre Annunziata in qualità di persona informata dei fatti.

La decisione di ascoltare Rosa, e forse anche altri testimoni dell’epoca, è riconducibile alla volontà di approfondire alcune dichiarazioni, rilasciate negli anni passati, alle quali non si era attribuita particolare importanza.

Rosa Celentano, che ora ha 34 anni, raccontò di avere fatto un sogno “premonitore” il giorno prima della scomparsa di Angela nel quale la cuginetta “spariva” nel bosco. Parole alle quali all’epoca non si diede peso.

Di Angela Celentano non si sono avute più notizie dal giorno della scomparsa. Ci sono state, invece, diverse segnalazioni. Una arrivò addirittura dal Messico, nel 2010. Una ragazza, che disse di chiamarsi Celeste Ruiz, si mise in contatto con la famiglia Celentano sostenendo di essere lei Angela. Inviò anche una foto sulla quale vennero fatte delle analisi. Da quel momento, però, anche di Celeste Ruzi non si sono avute più niente.

Il governo messicano ha anche promesso una ricompensa (pari a 80mila euro) per chi fosse stato in grado di fornire notizie su Celeste. Lo scorso 13 gennaio, Luigi Ferrandino, avvocato dei genitori di Angela Celentano, chiese al governo italiano “di farsi promotore di un’azione di sensibilizzazione nei confronti delle autorità messicane per procedere alla più capillare divulgazione della foto di Celeste Ruiz nel Paese”, per informare i cittadini e aiutare le ricerche.

To Top