Cronaca Italia

Anonymous: “Sventato attacco terrorista Isis in Italia”

Attacco terrorista Isis in Italia sventato da Anonymous?

Il messaggio di Anonymous su Twitter: “Abbiamo sventato un attacco in Italia”, sembra in dicembre

LONDRA – Un attacco terroristico in Italia è stato sventato da Anonymous, il gruppo di hacker che ha dichiarato guerra all’Isis. Non si sa né dove né quando, ma dal contesto del messaggio di rivendicazione di Anonymous potrebbe trattarsi del mese di dicembre. Anonymous lo ha annunciato via Twitter il giorno di Natale, 25 dicembre 2015, alle 7,38 del mattino. Il messaggio, che è stato rilanciato dal Daily Mail il 27 dicembre, dice:

“Questo mese lavoriamo in silenzio. Abbiamo già sventato 1 attacco in Italia. Speriamo di bloccarne altri”.

Il messaggio non aggiunge alcun dettagli. Nessuna notizia di conferma o smentita si è avuta da parte dei servizi di sicurezza italiani o stranieri. Non è dato sapere dove e quando i terroristi islamici si preparavano a colpire in Italia, né in che modo gli hacker di Anonymous sono riusciti a far saltare il piano dei terroristi di Isis. Correlando e collegando le due frasi che compongono il messaggio: “questo mese lavoriamo” e “sventato attacco in Italia”, si può dedurre che Isis avesse programmato l’attacco nel mese di dicembre.

In passato, dopo Parigi, ad Anonymous era stato attribuito un messaggio di allarme per l’Italia, ma poi un portavoce di Anonymous lo aveva smentito.

Il messaggio su Twitter è molto bellicoso. Anonymous, sull’onda delle stragi del 13 novembre a Parigi di matrice Isis, ha ampliato il suo campo di operazione, promettendo di dare la caccia ai jihadisti dovunque nel mondo e minacciando lo Stato Islamico:

“Aspettatevi ciber attacchi massicci, La guerra è dichiarata. Preparatevi”.

Il tweet di Anonymous è stato diffuso in rete da Jenny Stanton della edizione on line del Daily Mail. Gli hackers attivisti di Anonymous, scrive Jenny Stanton, hanno detto di avere sventato un attacco dello Stato Islamico in Italia, grazie al rafforzamento delle loro operazioni di hackeraggio in seguito alle stragi di Parigi, che hanno causato 130 morti.

Per annunciare il loro successo, gli attivisti internet di Anonymous hanno usato il loro account Twitter Operation Paris

Gli esperti di anti terrorismo hanno avvertito da tempo che uno degli strumenti più pericolosi dei terroristi di Isis e la loro strategia sui social media, molto efficace, che permette di mettere in contatto la centrale o le centrali del terrorismo con i molto simpatizzanti in giro nel mondo.

 

Attraverso i social media molti giovani sono stati indotti a abbandonare le loro case e le loro famiglie per andare a combattere nelle file di Isis in Medio Oriente, dopo essere stati teleguidati attraverso le frontiere per la Siria e l’Iraq e instruiti su come infiltrarcisi.

La dichiarazione di guerra di Anonymous a Isis è venuta in un video su YouTube nei giorni successivi agli attentati di Parigi. I terroristi islamici sono stati avvisati da un portavoce con la tipica maschera di Anonymous, in giacca e cravatta, parlando francese:

“Aspettateci, vi prenderemo”.

“Noi non ci fermeremo, noi non perdoneremo, e faremo tutto ciò che è necessario per mettere fine alle loro azioni”.

“Anonymous da tutto il mondo vi darà la caccia. Dovreste sapere che vi troveremo e non vi lasceremo andare”

“Lanceremo contro di voi la più grande operazione di mai. Aspettatevi massicci ciber attacchi. La guerra è dichiarata, Preparatevi. I francesi sono più forti di voi e usciranno da queste atrocità ancora più forti”.

 

To Top