Cronaca Italia

Antonio Vece, cure artificiere ferito verranno pagate dalla polizia

Antonio Vece, cure artificiere ferito verranno pagate dalla polizia

Antonio Vece, cure artificiere ferito verranno pagate dalla polizia

FIRENZE – Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza “ha accolto con grande apprezzamento le molteplici e spontanee iniziative avviate in tutta Italia per far fronte alle spese mediche sostenute dal poliziotto artificiere rimasto ferito di recente a Firenze, poiché testimoniano la stima e la vicinanza della cittadinanza alle donne ed agli uomini della Polizia di Stato impegnati quotidianamente per la sicurezza della collettività”.

Mario Vece, l’artificiere intervenuto la mattina del primo gennaio per disinnescare l’ordigno collocato davanti ad una libreria, ha perso una mano e riportato serie lesioni ad un occhio ed ora, grazie alla solidarietà della gente, potrà sottoporsi agli interventi necessari alla ricostruzione della mano amputata.

Nelle scorse ore si era diffusa la notizia del fatto che Vece non era coperto da assicurazione e per questo il Siulp-Cgil, il sindacato di polizia a cui l’agente è iscritto, aveva aperto un conto corrente per pagare le spese mediche dell’artificiere.

Non c’è protezione assicurativa per questo tipo di infortuni e per tutti gli altri tipi di infortuni occorsi ai poliziotti in servizio”, aveva spiegato il segretario fiorentino del Siulp Antonio Lanzilli.

To Top