Blitz quotidiano
powered by aruba

Ardea, albero killer: “omicidio colposo” per il proprietario

ROMA – Ardea, albero killer: “omicidio colposo” per il proprietario. La procura di Velletri ha aperto un fascicolo contro ignoti, ipotizzando il reato di omicidio colposo, per la morte dei due passeggeri di un’auto rimasta schiacciata dalla caduta di un albero ad Ardea, vicino Roma. Gli accertamenti sono coordinati dal pm Giuseppe Strangio il quale ha incaricato un agronomo di accertare le condizioni in cui si trovava l’albero. Quest’ultimo era posizionato sul terreno di un privato.

La tragedia si è consumata all’altezza del km 36 di via Laurentina, a Tor San Lorenzo, nel comune di Ardea, all’altezza dell’incrocio con via Colli marini: il pino ha completamente distrutto la Fiesta e urtato una seconda automobile, una Fiat Punto rossa, il cui conducente è uscito illeso, ma in forte stato di shock, motivo per cui è stato accompagnato al pronto soccorso della clinica Sant’Anna di Pomezia.

Nell’incidente è stata coinvolta anche una quarta vettura, una Audi grigia, ma senza serie conseguenze. A estrarre i corpi rimasti incastrati nell’abitacolo sono stati i vigili del fuoco, che hanno prima sollevato l’albero dalla sua morsa mortale sull’automobile e poi liberato le due vittime, dopo diverse ore di lavoro. (Pierucci e Salsano, Il Messaggero)

La tragedia consumatasi ad Ardea ha colpito in particolare due fratelli egiziani, commercianti orto-frutticoli, Mohammed e Mahmoud Fouad, di 55 e 45 anni: nella stessa Ford sulla quale viaggiavano al momento dell’incidente anche una donna italiana di 42 anni, moglie di uno dei due fratelli, ricoverata in gravi condizioni. Dopole difficili operazioni per estrarla dalle lamiere è stata trasportata con l’elicottero al San Camillo di Roma, l’ospedale dove lavora come infermiera.

 

 


TAG: ,