Blitz quotidiano
powered by aruba

Arnasco, crolla palazzina nella notte: 5 morti e un ferito

Le vittime sono: Giovanni Ciliberti, 55 anni, nato a Novi Ligure (Alessandria); Marco Vegezzi, 49 anni, nato ad Albenga (Savona); Dino Andrei, 76 anni, nato a Prato; Edoardo Niemen, 71 anni, di Vigone (Torino); Aicha Bellamoudden, marocchina di 56 anni.

SAVONA – Una palazzina è crollata nella notte tra venerdì e sabato ad Arnasco, in provincia di Savona, in seguito ad un’esplosione dovuta probabilmente ad una fuga di gas. I vigili del fuoco, intervenuti sul posto con quattro squadre e unità cinofile, hanno estratto dalle macerie tutte le persone coinvolte. Al termine delle ricerche il bilancio è di cinque morti e un ferito.

L’ultimo corpo senza vita ritrovato era quello di un uomo, probabilmente uno degli extracomunitari che abitavano in un appartamento della palazzina. Le altre vittime sono tre uomini e una donna. Un’altra donna è ricoverata in gravi condizioni al centro grandi ustionati dell’ospedale Villa Scassi di Genova. Sotto le macerie, secondo i soccorritori non dovrebbero esserci altre persone, anche se sul numero dei presenti al momento dell’esplosione, le testimonianze raccolte dai vigili del fuoco erano all’inizio discordanti.

Le vittime sono: Giovanni Ciliberti, 55 anni, nato a Novi Ligure (Alessandria); Marco Vegezzi, 49 anni, nato ad Albenga (Savona); Dino Andrei, 76 anni, nato a Prato; Edoardo Niemen, 71 anni, di Vigone (Torino); Aicha Bellamoudden, marocchina di 56 anni.

Nella palazzina, un edificio tipico ligure, in pietra, edificato oltre 100 anni fa e andato completamente distrutto, vivevano tre nuclei familiari. Niemen stava ospitando Ciliberti; Andrei era con la sua compagna marocchina; Vegezzi, dipendente della Asl in servizio all’ospedale di Albenga, viveva in un appartamento con la donna sudamericana, rimasta gravemente ferita.

L’immobile è andato completamente distrutto. Secondo quanto riportato dal quotidiano la Stampa, il boato, fortissimo, si sarebbe sentito fino ad Albenga, che si trova a dieci km di distanza. Il magistrato di turno della procura di Savona, Daniela Pischetola, ha disposto l’autopsia che verrà compiuta martedì prossimo.

 


TAG: ,