Blitz quotidiano
powered by aruba

Arquata del Tronto, terremotati in visita dal Papa. Ma devono pagarsi il pranzo

ASCOLI PICENO – La Diocesi ha pensato di alleviare il dolore di molti cittadini di Arquata del Tronto, cittadina colpita dal terremoto del 24 agosto, organizzando un pellegrinaggio in Vaticano. Peccato che i terremotati debbano pagarsi il pranzo.

L’avviso, scrive Claudio Cartaldo su Il Giornale, è apparso appeso al tendone del Comune e comunica alla cittadinanza che il 28 settembre si potrà andare a Roma all’udienza del Papa.

Il viaggio è gratuito, ma al pranzo devono pensare i terremotati. Che però non hanno una casa, né molti soldi per portarsi il “pranzo al sacco”. Senza contare che in paese non è rimasto in piedi nemmeno un negozio o un supermarket per comprarsi due fette di salame e una pagnotta.

“Per mercoledì 28 è stato organizzato un pellegrinaggio diocesano a Roma per l’udienza del mercoledì del Papa con partenza e rientro in giornata – si legge nell’avviso – Il viaggio è gratuito ma con pranzo al sacco a carico dei partecipanti”.