Blitz quotidiano
powered by aruba

Arrestato per tentato furto: prova a rubare tablet avvocato

ROMA – Lo hanno arrestato per tentato furto e processato per direttissima. Ma lui, non pago, ha provato a fare il bis rubando il tablet del suo avvocato difensore, proprio sotto gli occhi del giudice che di lì a poco avrebbe dovuto giudicarlo. E’ quanto accaduto venerdì 12 febbraio in un’aula del Tribunale di Roma. Il recidivo è un cittadino siriano fermato giovedì nella centralissima Campo de’ Fiori.

A sventare il colpo sono stati due carabinieri della stazione di piazza Farnese liberi dal servizio, insospettiti dai movimenti dell’uomo. Il cittadino siriano è stato, però, colto nuovamente in flagrante proprio durante l’udienza di convalida del suo arresto quando, approfittando di un momento di distrazione, ha sfilato il tablet al suo difensore.

Ma non poteva sperare di farla franca. Non trovando più il dispositivo, l’avvocato penalista ha subito allertato i carabinieri che avevano accompagnato in aula l’uomo e, dopo averlo perquisito, l’oggetto è riapparso ben nascosto sotto il giaccone del ladro maldestro. Convalidato il primo arresto, l’uomo è stato condotto di nuovo in cella di sicurezza in attesa della nuova convalida che si terrà sabato.


TAG: ,