Cronaca Italia

Artisti di strada: a Genova se non sono capaci il vigile può cacciarli. Come a un talent show

Artisti di strada: a Genova se non sono capaci il vigile può cacciarli. Come a un talent show

Artisti di strada: a Genova se non sono capaci il vigile può cacciarli. Come a un talent show

ROMA – Artisti di strada: a Genova se non sono capaci il vigile può cacciarli. Come a un talent show. Musicanti, mimi, giocolieri, artisti di strada in genere: chi glielo avrebbe detto che a Genova sarebbero stati inquadrati! Nemmeno fossero impiegati a posto fisso. Fatto sta che il nuovo regolamento presentato dal Comune li obbliga a un orario di lavoro prestabilito e a esibire un badge di riconoscimento. Pazienza. Meno digeribile è un altro provvedimento introdotto: quelli molesti, a giudizio evidentemente dei residenti, e quelli troppo scarsi, diciamo così, saranno allontanati.

Nel secondo caso decide il vigile urbano competente. Cioè di servizio in zona, ma non sarà anche abilitato a un giudizio estetico irrevocabile. Quello spetta a una giuria qualificata.

Dopo aver ascoltato lamentele di commercianti e residenti, ma anche la voce degli artisti, Serafini e Garassino hanno pensato ad un sistema per “certificare” gli artisti di strada genovesi e tutelare le orecchie di chi li ascolta per più tempo al giorno. L’idea è quella di una commissione mista (con un rappresentante degli artisti, uno del Comune, un esperto di musica) che valuti le performance (anche via video) a prescindere dai titoli di studio e si esprima sulla consegna del “badge”. Non sarà un “X factor” delle strade genovesi, niente voti e passaggi del turno, ma l’idea ricorda vagamente un “talent show”. (Emanuele Rossi, Il Secolo XIX)

To Top