Blitz quotidiano
powered by aruba

Arzana: fucilate contro i vicini di casa dopo lite, 2 morti

NUORO – Una lite tra vicini di casa che finisce a fucilate. Nel modo più drammatico: con due morti e un uomo in fuga. Succede nel pomeriggio di mercoledì 10 agosto ad Arzana in Ogliastra.

Le due vittime, morte poco dopo il ricovero in ospedale, erano state raggiunte da alcuni colpi di arma da fuoco sparati da un pensionato che si è dato alla fuga. L’uomo sarebbe ancora armato ed è ricercato dai carabinieri. Le vittime erano state soccorse dal 118, ma le loro condizioni erano apparse da subito gravissime, e sono decedute entrambe nell’ospedale di Lanusei.

Il fatto è avvenuto verso le 16. Secondo quanto appreso, a seguito di un’accesa discussione in paese, il pensionato ha sparato alcuni colpi di fucile centrando le due persone. Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri, che hanno transennato la zona, ed il personale medico del 118 che ha tentato di rianimare i due feriti. Niente da fare però: i due, troppo gravi, sono deceduti quasi subito. Sul fatto indagano i carabinieri della Compagnia di Lanusei.

Sono due fratelli, Roberto e Andrea Caddori, rispettivamente di 43 e 45 anni, le due persone uccise questo pomeriggio in via Brigata Sassari, ad Arzana, in Ogliastra. A sparare sarebbe stato un parente delle due vittime, Peppuccio Doa, pensionato di 82 anni, che si è dato alla fuga. Alla base della tragedia, secondo una prima ricostruzione degli inquirenti, vi sarebbe una lite legata a motivi di eredità di un’anziana parente, che i due fratelli stavano accudendo. Sul posto gli agenti del Commissariato di Polizia di Lanusei ed i carabinieri della Compagnia di Lanusei, che ora stanno setacciando tutte le vie del paese alla ricerca del pensionato.