Blitz quotidiano
powered by aruba

Astronauti al Rifugio Margherita di Alagna: si esercitano per Marte

AOSTA – Dieci astronauti per una settimana nel rifugio alpino più alto d’Europa, a 4.554 metri di quota, per prepararsi a un’eventuale missione su Marte. E’ iniziata martedì 23 agosto l’esercitazione di dieci volontari (cinque uomini e cinque donne) del Centro aerospaziale tedesco di Colonia, che vivranno all’interno della Capanna Margherita sulla Punta Gnifetti, al confine tra Italia e Svizzera, nel Massiccio del Monte Rosa, sopra Alagna Valsesia. 

L’obiettivo, secondo quanto riferisce l’edizione on line del quotidiano elvetico Le Nouvelliste, è di testare le reazioni del corpo in condizioni quasi estreme, molto simili a quelle del Pianeta rosso. “Se gli astronauti si trovassero in una stazione su Marte, dovrebbero vivere e lavorare con una pressione atmosferica molto simile”, ha spiegato il direttore medico dell’esperimento Ulrich Limper citato dal Nouvelliste.

Il rifugio venne creato nel 1889 per iniziativa del Club Alpino Italiano. Venne inaugurato il 18 agosto 1893 con la presenza della regina Margherita. Il rifugio-laboratorio fu molto importante per le ricerche di Angelo Mosso sulla medicina d’alta quota agli inizi del ventesimo secolo. Visti gli spazi esigui presenti alla capanna Margherita, venne costruito ed inaugurato il 27 agosto 1907 l’Istituto Mosso, situato poco sotto il passo dei Salati, a 2900 metri di altitudine, edificio tuttora esistente.

Demolita la capanna originale nel 1979, venne costruito il nuovo rifugio-laboratorio, inaugurato il 30 agosto 1980. Attualmente la struttura ospita 70 posti letto ed è affollata soprattutto nei mesi estivi di luglio e agosto.

Dal 2000 il rifugio è sede della più alta stazione meteorologica d’Europa. I sensori della stazione registrano i valori di temperatura, radiazione solare e velocità del vento, utili all’elaborazione delle previsioni del tempo.

 

 


PER SAPERNE DI PIU'