Blitz quotidiano
powered by aruba

“Atei why not?” Incappucciati con volantini in chiese Genova

GENOVA – Blitz di un gruppo di attivisti atei, in giro nella notte di Pasqua a Genova. Li hanno avvistati intorno alle 3 di notte mentre affiggevano volantini sui portoni delle chiese del centro storico. Sui manifesti era raffigurato un crocifisso rovesciato e la frase in inglese “Atheists , why not?” (“atei perché no?”).

Erano in tre o quattro, tutti incappucciati. Alcuni cittadini vedendoli aggirarsi furtivamente intorno a piazza San Matteo hanno immediatamente allertato la polizia. Sul fatto indagano gli agenti della Digos.

Si conclude lunedì 28 marzo a Parma l’undicesimo congresso dell’Unione Atei e Agnostici Razionalisti (Uaar), che celebra un nuovo record di moduli per lo sbattezzo richiesti online: nel 2015 ne sono stati scaricati dal sito 47.726, surclassando il record del 2012, quando furono 45.797.

Da quando, nel 2000, è stato attivato il servizio sul sito per la richiesta di cancellazione dal registro dei battezzati da inviare alla parrocchia di riferimento, i moduli scaricati sono stati 338.429.

Dopo l’assemblea nazionale dei circoli ieri, da oggi il congresso traccia un bilancio degli ultimi tre anni e i circa 130 delegati italiani giunti a Parma sono chiamati anche ad eleggere il nuovo segretario. Due i candidati: Stefano Incani di Cagliari e Carmela Sturmann di Livorno. “L’associazione – sottolinea il segretario uscente, Raffaele Carcano – si è continuamente rafforzata in questi anni ed è ora una solida realtà, ma deve fare ancora numerosi passi avanti per raggiungere gli ambiziosi obiettivi che si è data”.

 

 


TAG: ,