Blitz quotidiano
powered by aruba

Augusto Orazi chiama i genitori, poi si impicca alla ringhiera

MACERATA – Ha chiamato i genitori, annunciando l’insano gesto. Poi si è stretto il cappio intorno al collo e si è impiccato alla ringhiera. Se ne è andato così Augusto Orazi, pr molto noto nelle discoteche marchigiane.

Il giovane, 32 anni appena, originario di Sant’Elpidio a Mare, è stato trovato penzoloni venerdì mattina nel suo appartamento di Porto Potenza Picena, in provincia di Macerata. Il padre e la madre si erano precipitati sul posto subito dopo la drammatica telefonata, ma quando sono arrivati ormai non c’era nulla da fare.

Inutile la chiamata ai soccorsi: i sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatarne la morte. Sul posto anche i carabinieri della locale stazione.

Riporta il Corriere Adriatico:

Sconcerto tra i tanti giovani che vivono il mondo della notte e che conoscevano bene Augusto. Sotto choc i titolari di discoteche e locali per i quali Orazi lavorava o aveva lavorato come Pr in passato. Le bacheche Facebook di molti di loro listate a lutto da quando si è sparsa la notizia.

«Ti voglio bene, non ti dimenticherò mai», ha scritto Andrea Rogante, uno dei punti di riferimento della movida fermana. «Oggi se ne va un pezzo della mia giovinezza, delle mie serate del mio mondo notturno… Quante risate, quante cose belle condivise. Oggi non potevo avere notizia peggiore. E mi chiedo perché?!?», le parole di Pierluigi Mattiozzi, in arte Pier, noto parrucchiere di Fermo e frequentatore assiduo dei locali della costa.

Ma sono moltissimi i commenti che danno l’idea dello sconcerto che c’è di fronte ad una notizia così drammatica che ha colto di sorpresa davvero tutti.

(Foto Facebook)

Immagine 1 di 4
  • Augusto Orazi chiama i genitori, poi si impicca alla ringhiera 04
Immagine 1 di 4