Blitz quotidiano
powered by aruba

Aurelio Pira, fucile contro moglie e carabinieri: arrestato

OLBIA – Ha puntato il fucile contro la moglie al culmine di una furibonda lite in famiglia. Poi, non pago, ha fatto lo stesso contro i carabinieri intervenuti sul posto per calmarlo. E’ quanto avvenuto lunedì sera ad Olbia in un appartamento di via Val D’Aosta. In manette è finito Aurelio Pira, 58 anni, accusato di violenza e minaccia aggravata a pubblico ufficiale.

A dare l’allarme erano stati i vicini, preoccupati per le urla minacciose tra l’uomo e la donna. In un primo momento sul posto è intervenuta un’ambulanza: sono stati gli operatori del 118 a chiamare poi i Carabinieri, dopo essere stati accolti dall’uomo col fucile spianato. All’arrivo dei carabinieri l’uomo ha minacciato di fare fuoco dalla finestra della cucina.

Questo il racconto di Sardegna Reporter:

I tentativi di tranquillizzare l’uomo non hanno sortito alcun effetto, e, considerata la presenza in casa della moglie, i militari – dopo vari tentativi, e sempre sotto la minaccia dell’arma da fuoco –, hanno prima distratto Pira con una scusa, e poi sono riusciti ad entrare nell’abitazione. L’arrestato ha ingaggiato una colluttazione con i Carabinieri, e durante lo scontro fisico ha anche tentato di estrarre la pistola d’ordinanza dalla fondina di uno dei militari, venendo immediatamente bloccato.

Nell’abitazione, oltre al fucile semiautomatico, sono stati rinvenuti anche un fucile sovrapposto e munizionamento vario, ovviamente tutto posto sotto sequestro, nonostante le armi fossero regolarmente detenute.

L’arrestato, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza del Reparto Territoriale di Olbia, in attesa del giudizio direttissimo e contestuale convalida dell’arresto.