Cronaca Italia

Auto contro tir prende fuoco sulla A1: Stefano Dalena muore carbonizzato VIDEO

Auto contro tir prende fuoco sulla A1: Stefano Dalena muore carbonizzato

Auto contro tir prende fuoco sulla A1: Stefano Dalena muore carbonizzato

AREZZO – E’ stato identificato grazie al test del Dna il corpo carbonizzato dell’uomo morto nel rogo che è divampato nella notte tra mercoledì e giovedì sulla autostrada A1,  all’altezza del chilometro 370 in direzione sud, tra i caselli di Arezzo e Monte San Savino. La vittima si chiamava Stefano Dalena, aveva 52 anni e viveva a Roma.

L’uomo era al volante della Fiat 500 che si è incastrata sotto un tir. La utilitaria ha preso fuoco e nel rogo il conducente è morto. Come riferisce il quotidiano toscano La Nazione, 

dell’auto e di chi c’era dentro è rimasto ben poco: uno scheletro annerito della vettura, una Fiat 500, macchina aziendale intestata a una ditta, e il corpo carbonizzato del conducente.

Secondo quanto è stato ricostruito dagli investigatori, l’auto avrebbe tamponato il tir con rimorchio e si sarebbe incastrata sotto, prendendo fuoco. L’incendio ha paralizzato l’autostrada, che è stata chiusa nel tratto in direzione Roma, con uscita obbligatoria ad Arezzo, fino a quanto Autostrade per l’Italia è riuscita a organizzare la deviazione.

Tutto è accaduto intorno alle 22 di mercoledì 15 marzo. Scrive La Nazione:

La Fiat 500 è andata a tamponare il Tir e ci è rimasta imprigionata in un ammasso pauroso di lamiere.Poi le fiamme che si sono sviluppate probabilmente per le scintille dell’attrito, giunte fino al serbatoio. Pochi attimi e per il conducente della vettura non c’è stato niente da fare. Se l’è cavata invece l’autista del Tir. Sembra sia lui la persona trasportata in codice verde all’ospedale San Donato di Arezzo: D.R., 48 anni, di Castellammare di Stabia. Ha avvertito gli effetti dello schianto, ha visto il fuoco divampare: ma è rimasto praticamente illeso.

To Top