Blitz quotidiano
powered by aruba

Avezzano: famiglia Di Marco senza casa, occupata dai rom

AVEZZANO – Erano usciti per andare a lavoro, quando sono tornati a casa l’hanno trovato occupata dai rom. Risultato? Ora la famiglia Di Marco è in mezzo a una strada. L’incredibile vicenda avvenuta ad Avezzano è raccontata da MarsicaLive. E a quanto pare non è il primo caso avvenuto nella cittadina abruzzese. L’abitazione della famiglia Di Marco si trova nelle case popolari di via Matterella.

Il marito, Gianni Di Marco, dipendente di un’azienda edile e originario di Capistrello, era al lavoro fuori città, mentre la moglie era uscita di casa per andare a lavoro nell’impresa di pulizia. Quando prima di cena è rincasata con i figli ha trovato dei rom di Avezzano che stavano rimontando una nuova porta al posto della loro. Hanno chiesto l’intervento delle forze dell’ordine e sul posto sono arrivati gli agenti della polizia locale che sono riusciti a far allontanare gli aspiranti inquilini. Quando però gli agenti sono andati via, i rom sono rientrati in casa, stavolta definitivamente, prendendo pos dell’abitazione con tutto quello che c’era all’interno.

“La nostra casa e tutto ciò che era all’interno sono ora in mano a degli sconosciuti”, spiega Di Marco, “non abbiamo più niente. E’ entrata in casa una donna con un bambino e nessuno ha potuto farli uscire. Non sappiamo più dove andare”. si sono rivoti al sindaco Gianni Di Pangrazio e il Comune ha fatto sistemare provvisoriamente la famiglia in un albergo per dormire. Ma solo per due tre giorni, poi si trioverà in mezzo a una strada. “Stiamo chiedendo ospitalità ad amici e parenti provvisoriamente”, spiega Di Marco, “ma poi cosa faremo?”.

Aggiunge Pietro Guida su Il Centro:

L’amministratore unico dell’Ater, Francesca Aloisi, ha chiesto un incontro urgente al prefetto dell’Aquila, Alecci, e al sindaco Di Pangrazio sull’occupazione abusiva degli appartamenti di via Mattarella. «Chiediamo un incontro per discutere dei gravi episodi di occupatori abusivi che si stanno verificando ad Avezzano nei confronti di alloggi abitati da assegnatari regolari», ha spiegato l’amministratore Aloisi, «che rientrando nelle proprie abitazioni trovano la casa occupata da estranei,

per lo più di etnia rom, che li minacciano con parole e armi. Per poter arginare tali episodi e far sì che gli stessi non sfocino in fatti criminosi chiediamo che sia convocato con urgenza un tavolo per la sicurezza e l’ordine pubblico».


TAG: ,