Blitz quotidiano
powered by aruba

Aviaria: altri 2 focolai in Italia, polli e uova sotto esame

FERRARA – Due focolai di influenza aviaria sono stati individuati nell’arco di 15 giorni in provincia di Ferrara. Responsabile dell’epidemia è il virus A ceppo H7N7 è stato identificato sia dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Forlì sia dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe). Tra i vari ceppi che caratterizzano l’influenza aviaria questo è considerato ad alta patogenicità.

Il primo focolaio è stato individuato il 29 aprile scorso in un allevamento biologico di galline ovaiole, dopo che il veterinario aziendale aveva notato un aumento inusuale della mortalità e un calo della produzione di uova.

Spiega il Fatto Alimentare:

Come misure di contenimento è stata disposto immediatamente l’abbattimento dei 17.000 capi e si è costituita subito una zona di protezione e una di sorveglianza, rispettivamente di 3 km e 10 km, per individuare  nuovi possibili focolai negli allevamenti della zona. All’interno del perimetro delineat0 il 13 maggio è stato individuato un secondo focolaio nell’allevamento industriale di tacchini da carne della società commerciale Vicentina srl, che fa parte della Filiera Amadori.

Anche in questo caso la segnalazione è partita dal veterinario aziendale, che ha notato un aumento della mortalità all’interno del capannone. Anche in questo caso si è proceduto all’abbattimento di circa 50.000 tacchini presenti e per gli allevamenti limitrofi considerati “a contatto” è stato posto il vincolo sanitario, che prevede limitazioni alla movimentazione degli animali. E’ stato disposto l’abbattimento degli animali di un terzo allevamento, per motivi preventivi.


TAG: