Blitz quotidiano
powered by aruba

Baby squillo Parioli: arrestata a Roma la madre di una delle ragazzine

ROMA – Arrestata la mamma di una delle baby squillo dei Parioli, le due ragazzine di 14 e 15 anni coinvolte in un giro di prostituzione che a ottobre 2013 fece scandalo nella Roma bene. Dopo il rigetto del ricorso in Cassazione, è diventata definitiva la sentenza di condanna emessa dalla Corte d’Appello di Roma nei confronti di sfruttatori, clienti e genitori con le accuse di sfruttamento della prostituzione minorile aggravata.

I carabinieri di Roma Montesacro hanno così notificato alla donna l’ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura. La donna, romana di 46 anni, era stata già arrestata ad ottobre 2013, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare. Nel corso delle indagini, i militari hanno accertato come fosse perfettamente al corrente dell’attività della figlia, favorendola e percependone anche parte dei profitti.

Scrisse il Gip nella sentenza di primo grado, che la donna aveva un’unica preoccupazione: “Non farsi domande” sulla provenienza dei 150-200 euro al giorno che la figlia le dava. “La discesa della quattordicenne nel mondo della prostituzione – scrisse ancora il giudice – non è avvenuta all’insaputa della madre ma, anzi, è stata incoraggiata per fini economici poiché sui proventi dei rapporti sessuali della figlia la madre faceva affidamento, tanto da allarmarsi per la sospensione degli introiti”. E’ anche questo il motivo che spinse il giudice a definire quanto emerso dall’inchiesta un quadro “desolante di superficialità e cinismo che accomuna organizzatori e clienti”.

Sconterà la pena di sei anni nel carcere di Rebibbia femminile. Come pena accessoria il Tribunale le ha anche tolto la potestà genitoriale.


TAG: