Blitz quotidiano
powered by aruba

Badante organizza rapina dall’anziana che accudiva, ma viene riconosciuta

TORINO – Badante organizza con il fidanzato una rapina nella casa dell’anziana donna che assisteva. Ma il figlio la riconosce e la coppia viene arrestata. E’ accaduto a Torino, come racconta La Stampa. 

La notte del 18 settembre scorso la badante, una donna italiana di 33 anni, sapeva che la signora che accudiva si trovava in ospedale. Così con il suo fidanzato, un uomo tunisino di 30 anni, ha deciso di colpire proprio in quel momento.

Mentre la badante si trovava in un appartamento vicino dello stesso stabile di corso Regina Margherita ad assistere una altra signora, l’uomo si è introdotto nell’appartamento, in cui dormiva il figlio dell’anziana, di 36 anni, che ha sorpreso il rapinatore mentre entrava dopo aver forzato una finestra.

Il ladro ha puntato un cacciavite alla gola del giovane e lo ha costretto a consegnargli tre telefoni cellulari e un portafogli con 85 euro. Poi lo ha costretto ad andare a prelevare in banca 1.500 euro, ed infine è fuggito con il bottino.

Durante la rapina, però, ha contattato al telefono la compagna, per chiederle istruzioni. Il figlio dell’anziana ha riconosciuto la voce della badante, e così appena è stato liberato è andato dai carabinieri di Borgo San Donato a sporgere denuncia.

I militari dell’Arma hanno avviato le indagini e hanno scoperto che i due ladri nel frattempo erano andati a Milano, dove stavano progettando di trasferirsi in Tunisia.


PER SAPERNE DI PIU'