Blitz quotidiano
powered by aruba

Banco Posta, occhio alla mail col finto codice sblocco: è una truffa

ROMA – Se siete clienti Banco Posta e avete ricevuto una mail che vi informa che il vostro conto e la vostra carta sono stati bloccati, non fidatevi: è una truffa. A mettere in guardia gli italiani è la Polizia Postale tramite il suo account Facebook Una vita da social. L’inganno è ben orchestrato perché logo e firma sembrano veri e in più i malfattori all’altro capo del computer hanno già hackerato il sistema: per questo conoscono già una parte dei vostri dati.

Ma come funziona la truffa? Nella e-mail vi verrà chiesto di inserire un codice sblocco di 14 caratteri alfanumerici e di collegarvi ad un sito. “Non fatelo assolutamente perché cliccando su quel link i truffatori potrebbero ottenere tutti i vostri dati bancari. In questo modo possono prosciugarvi il conto come e quando vogliono”, avverte la polizia.

Questo il testo della mail che potrebbe esservi recapitata:

“Gentile cliente (e seguono nome e cognome esatto collegato all’indirizzo mail, anch’esso esatto, rilasciato al momento dell’apertura del conto) il tuo conto Banco Posta e la tua carta Postepay sono state bloccate per mancanza ricevimento dati richiesti da noi in precedenza. Segue un codice sblocco. Ad esempio 4A34WT675 XY707. Per sbloccare la sua utenza segua il link”.

La polizia postale raccomanda la massima attenzione.

“Chi fornisce i dati rischia di farsi prosciugare il conto. Se dovete guardare qualcosa della posta andante dirattemente sul sito, non fatevi ingannare dall’indirizzo mail che vi scrive. questo è pane per i denti degli esperti informatici”.