Cronaca Italia

Bari: assalto a portavalori con sparatoria, un ferito. I vigilantes sventano la rapina

Bari: assalto a portavalori con sparatoria, un ferito. I vigilantes sventano la rapina

Bari: assalto a portavalori con sparatoria, un ferito. I vigilantes sventano la rapina (foto Ansa)

BARI – Sono tre i componenti del commando che ha tentato a Bari una rapina ad un portavalori Ivri dinanzi alla filiale del Banco di Napoli di viale Salandra, nei pressi del Policlinico. I rapinatori avevano i volti coperti con passamontagna e cappellino ed erano armati con un fucile kalashnikov. Stando alle indagini della Squadra Mobile della Questura di Bari, coordinate dal pm di turno Domenico Minardi, dopo che la scorta del furgone portavalori ha eseguito la bonifica e le guardie giurate sono scese dal mezzo per consegnare il denaro all’interno dell’istituto di credito, i malviventi sarebbero usciti da un locale vicino il cui accesso era chiuso da una saracinesca.

I tre uomini sono stati notati dai vigilanti che hanno subito tentato di chiudersi all’interno della banca, proteggendosi dietro le due porte blindate: in vetro quella esterna e in metallo l’altra. I rapinatori hanno però bloccato la porta esterna con un fucile e, a quel punto, avrebbero fatto fuoco. Cinque i bossoli ritrovati. Una delle guardie giurate, bloccate nella zona cosiddetta “safe” dell’ingresso della banca, ha estratto l’arma e ha sparato per difendersi, riuscendo probabilmente a ferire uno dei banditi. Il commando si è quindi dato alla fuga a bordo di un’auto non riuscendo a portare a termine il colpo.

In queste ore gli investigatori stanno visionando le immagini delle telecamere di videosorveglianza per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti. Non si esclude che, oltre ai tre rapinatori armati, ci fosse un quarto uomo, forse con il compito di “palo”, perché sul posto gli agenti hanno trovato abbandonata una radio ricetrasmittente. Poco dopo il colpo fallito è stato lasciato davanti al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo un uomo, ferito da un proiettile ad un braccio e, di striscio, al petto. Si tratta del pluripregiudicato Massimiliano Monacelli, ritenuto vicino ad un clan barese e con precedenti specifici per reati contro il patrimonio.

Gli inquirenti non escludono che si tratti proprio del rapinatore ferito nel conflitto a fuoco durante il tentativo di rapina in viale Salandra. Il ferito ha detto di essere stato ferito da un proiettile mentre si trovava sotto la sua abitazione, in un rione diverso da quello in cui è stato compiuto l’assalto. In viale Salandra è stata trovata anche un’ auto rubata che doveva servire ad evitare che il portavalori arrivasse proprio davanti all’ingresso della banca.

To Top