Cronaca Italia

Barletta, capotreno aggredito da nigeriano senza biglietto

Barletta, capotreno aggredito da nigeriano senza biglietto

Barletta, capotreno aggredito da nigeriano senza biglietto

BARLETTA – Capotreno aggredito da un passeggero nigeriano trovato senza biglietto. E’ accaduto su un treno Intercity della linea Roma-Bari. Secondo quanto riferisce la stampa locale il capotreno, un uomo di 50 anni, sarebbe stato preso a calci e pugni dal migrante, con regolare permesso di soggiorno.

È accaduto mercoledì 30 agosto intorno alle 13:30. A lanciare l’allarme è stato proprio il capotreno, che è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso, dove gli è stata diagnosticata la rottura di tre costole.

Il giovane che l’ha aggredito è stato arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Sul caso indaga la Procura di Trani.

Sull’accaduto sono scesi in campo anche i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil, Orsa, Ugl e Fast che hanno indetto uno sciopero simbolico di dieci minuti, dalle 17:01 alle 17:10 di giovedì pomeriggio.

Per il segretario regionale della Filt Cgil, Maria Teresa De Benedictis, si tratta di una situazione da “allarme sociale”. I sindacati chiedono che siano potenziati i controlli e la videosorveglianza a bordo dei treni, dove sempre più i lavoratori (ma anche i passeggeri) vengono esposti a gravi rischi.

In una nota riportata dal quotidiano online Barletta Viva i sindacati denunciano:

“Questa aggressione è l’ultima di una serie di episodi che attanaglia i lavoratori del personale ferroviario nell’espletamento delle proprie funzioni. Chiediamo alle Istituzioni di intervenire per ridurre i rischi dovuti ad aggressioni a bordo treno e nelle stazioni ferroviarie oltre a denunciare un fenomeno, quello delle aggressioni, che sta assumendo connotati di un vero allarme sociale. Bisogna rafforzare la vigilanza a bordo dei treni e nelle stazioni ferroviarie”.

To Top