Cronaca Italia

Bello Figo, concerto a Roma non s’ha da fare: minacce da estrema destra

Bello Figo, concerto a Roma non s'ha da fare: minacce da estrema destra

Bello Figo, concerto a Roma non s’ha da fare: minacce da estrema destra

ROMA – “Se viene a Roma esce dentro ‘na bara de legno”. E’ solo uno dei commenti minacciosi apparsi su Facebook in calce a un post di Azione Frontale, gruppo romano di estrema destra, che chiede agli Ex Magazzini di cancellare il concerto di Bello Figo, in programma il prossimo 4 febbraio.

Nei giorni scorsi fuori dal locale che dovrebbe ospitare il rapper italo-ghanese è apparso anche uno striscione con la scritta: “Roma non ti vuole”. I sostenitori di Azione Frontale, pur di fermarlo, si sono detti pronti a “picchettare l’entrata del locale”. Il post finora ha raccolto quasi 600 like.

Già in altre tre occasioni il rapper ghanese è stato costretto ad annullare date del suo tour per le minacce di gruppi di destra. Questo il messaggio apparso su Facebook:

“Abbiamo inoltrato una diffida tramite raccomandata agli organizzatori di tale evento, non possiamo permettere che questo personaggio si presenti nella nostra città e canti le sue canzoni di scherno verso il popolo italiano, istigando all’odio i suoi connazionali, non possiamo tollerare che un personaggio del genere prenda in giro il popolo italiano. Azione Frontale metterà in atto ogni iniziativa affinché l’evento di tale uomo non avvenga, siamo pronti a picchettare l’entrata del locale”.

To Top