Blitz quotidiano
powered by aruba

Belluno, mamma malata di tumore rinuncia a cure per il feto

BELLUNO – Ha rinunciato a curare il tumore di cui soffre per salvare il bimbo che porta in grembo. La futura mamma, Carmela, 33 anni e originaria di Belluno, oltre a dover affrontare la malattia deve anche portare avanti una battaglia contro l’Inps, che le ha negato la pensione di invalidità.

Il Gazzettino racconta la storia di coraggio di questa futura mamma, originaria di Belluno e che vive a Bergamo, che ha deciso di non curare il tumore per portare a termine la sua gravidanza e far nascere suo figlio, ma si è ritrovata senza pensione e sostegno:

“La donna si trova ad affrontare anche un’altra battaglia: quella contro l’Inps per la mancata pensione di invalidità. Lo fa tramite l’associazione Agitalia «per la giustizia in Italia», che ieri ha diffuso la notizia.

La 33enne della Valbelluna, è nubile e lavora come impiegata a Bergamo. È al quarto mese: una gravidanza che ha deciso di portare avanti da sola contro tutti e contro tutto, anche contro il terribile carcinoma mammaria che l’ha colpita e che l’ha costretta ad un intervento di mastectomia radicale. L’intervento chirurgico è andato bene e la giovane donna dovrebbe fare un ciclo di chemioterapia e radioterapia. Una cura invasiva che comporterebbe, da un punto di vista prettamente medico, la probabile perdita o la malformazione del feto”.


PER SAPERNE DI PIU'