Blitz quotidiano
powered by aruba

Bergamo, Gianna Del Gaudio uccisa in casa con una coltellata alla gola

BERGAMO – Una donna di 63 anni, Gianna Del Gaudio, è stata uccisa nella notte tra venerdì e sabato nella sua casa, una villetta di via Montecampione a Seriate (Bergamo). La donna è stata raggiunta da una coltellata alla gola. A chiamare i carabinieri è stato il marito, Antonio Tizzani: ha raccontato di aver visto un ladro incappucciato uscire da casa e di aver trovato la moglie morta in cucina. In realtà questa versione non avrebbe trovato riscontri nei rilievi dei militari, che hanno interrogando il marito e i figli della vittima. Il marito, un capostazione in pensione di 68 anni, è stato iscritto nel registro degli indagati. “Un atto dovuto”, fanno sapere dalla Procura. Tizzani è a piede libero.

Come riporta l’Eco di Bergamo, secondo le prime informazioni i militari non hanno rinvenuto nessun segno di effrazione a porte e finestre della casa. I carabinieri stanno cercando l’arma del delitto. Sono stati posti sigilli anche su una casa vicina a quella in cui è stato commesso l’omicidio. Un giovane è stato fermato intorno alle 13:30, ma sembra non c’entrare nulla con il delitto.

La donna, una ex insegnante ora in pensione, è stata uccisa con un profondo taglio alla gola. Era appena tornata da un pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo. Aveva insegnato fino al 2015 all’Istituto Superiore Rubini di Romano di Lombardia (Bergamo). Ufficialmente era andata in pensione a settembre dell’anno scorso, ma a giugno, alla fine dell’ anno scolastico, gli alunni l’avevano salutata con striscioni, regali e anche una targa di ringraziamento “a lei che è sempre stata un punto di riferimento per i suoi studenti”.

Le foto di quel momento sono su Facebook, dove la donna ha raccontato l’affetto per i figli, i nipoti e per il marito e la passione per la squadra di calcio dell’Avellino. “Ringrazio tutti i miei amici che sono stati molto buoni nei miei confronti – ha messo dopo i commenti a una sua fotografia -, ma soprattutto un grazie particolare va all’autore dello scatto, mio marito, che riesce sempre a cogliere i miei lati positivi”. “Grazie ma è così che ti vedo” ha risposto lui.

A lui, con cui nel 2014 aveva festeggiato 35 anni di matrimonio, è dedicato uno degli ultimi post: una fotografia e un messaggio per dire che era a San Giovanni Rotondo con il suo amore. Poi la promessa di pregare per gli amici che lo avevano chiesto.


TAG: