Cronaca Italia

Bibione (Venezia), truffa del resto: ladro la fa anche davanti alla polizia

Bibione (Venezia), truffa del resto: ladro la fa anche davanti alla polizia

Bibione (Venezia), truffa del resto: ladro la fa anche davanti alla polizia

BIBIONE (VENEZIA) – Truffa del resto, arrestato un ladro colto in flagranza di reato, mentre stava tentando di tenersi i soldi confondendo il commerciante con una banconota, per non consegnargli realmente il dovuto.

La truffa è stata sventata da una pattuglia della polizia locale in borghese a Bibione, in provincia di Venezia. Come racconta Il Gazzettino, gli agenti hanno arrestato un cittadino romeno di 39 anni, Vaduva Costantin Daniel, che stava fuggendo verso Lignano Sabbiadoro.

“Le manette ai polsi del rumeno – spiega il comandante della Polizia Locale del Distretto Veneto Est, Andrea Gallo – sono scattate l’altro giorno quando è stata intercettata da una pattuglia in borghese una Golf che veniva da tempo ricercata dalle forze di polizia di Veneto e Friuli in quanto gli occupanti erano stati segnalati come persone specializzate nella cosiddetta truffa del resto“.

La truffa in questione consiste nel comprare dei prodotti, anche a poco prezzo, mostrare una banconota al commerciante come se la si volesse usare per pagare la marce ma confondendolo con il resto, e alla fine andarsene con tutti i soldi.

“La pattuglia ha quindi seguito la macchina con due persone a bordo: uno dei due occupanti è sceso a Bibione per acquistare frutta senza sapere che dietro di lui c’era un agente in borghese sceso dall’auto civetta per seguire in diretta quello che stava per accadere. E la truffa si è consumata puntualmente con il commerciante raggirato e confuso dalle manovre del romeno e con il resto di circa 20 euro messo in tasca in modo truffaldino. Una volta allontanatosi dal negozio, i due romeni sono stati seguiti in auto ma, resisi conto che forse erano stati intercettati, hanno cercato di fuggire a forte velocità verso Lignano senza riuscirvi, con un inseguimento durato qualche minuto. Il truffatore è stato arrestato e tradotto in carcere a Pordenone”.

To Top