Blitz quotidiano
powered by aruba

Biella, adesca ragazzine su Facebook per farsi picchiare…

BIELLA –  Adescava ragazzine minorenni su Facebook fingendosi una ragazzina loro coetanea, fissava un appuntamento in campagna e poi si faceva picchiare da loro.

La polizia di Biella ha arrestato un uomo di 49 anni con l’accusa di sfruttamento della prostituzione minorile. L’uomo è accusato di aver adescato le ragazzine e di averle costrette a praticare sadomasochistico in cambio di ricariche telefoniche, sigarette, soldi o regali. 

Su Facebook l’uomo fingeva di essere una coetanea delle sue vittime, poi una volta adescate le ragazzine, confidava loro chi era in realtà, offrendo denaro o regali in cambio di sadomaso. Fissava quindi i primi appuntamenti nei centri commerciali e quelli successivi nelle campagne attorno a Biella, dove si sarebbe fatto trovare da alcune ragazzine e legato nella sua auto o sull’erba, in particolare sotto un cavalcavia che l’uomo chiamava “La Galleria”.

A far scattare le indagini sono stati i genitori di una delle vittime, che hanno trovato delle conversazioni equivoche nelle chat della figlia. Gli inquirenti, quando hanno fermato l’uomo, hanno scoperto nel suo computer molti contatti di minorenni e hanno immediatamente interrotto l‘attività del .

Le indagini hanno coinvolto il Compartimento della Polizia Postale del Piemonte con il coordinamento del Servizio Polizia Postale.


TAG: ,