Blitz quotidiano
powered by aruba

Bimbo di quasi 2 anni ucciso da un cane: azzannato alla testa

CHIETI – Un bimbo di appena due anni è morto azzannato da un cane a Cepagatti, nella provincia di Pescara. Il piccolo Ferdinando Di Rocco è stato morso più volte alla testa e i genitori lo hanno portato in condizioni disperate all’ospedale di Chieti, il più vicino, ma per il bimbo non c’è stato nulla da fare.

Il bambino si trovava in una contrada di Cepagatti quando è stato aggredito da almeno un cane, ma potrebbero essere stati diversi gli animali che lo hanno azzannato. I genitori hanno dato l’allarme e sul posto è stato inviato anche un elicottero del 118, ma intanto disperati lo avevano già portato all’ospedale più vicino di Chieti. Al pronto soccorso i medici hanno tentato di rianimare il piccolo ma non c’è stato nulla da fare.

Il bimbo, che avrebbe compiuto due anni a febbraio prossimo, era con il padre e con la moglie di quest’ultimo, impegnati in un trasloco in un’area rurale, in via Moncocitto a Cepagatti. Mentre i due adulti erano intenti a spostare dei mobili, il piccolo, secondo la ricostruzione dei Carabinieri, si sarebbe allontanato di alcuni metri, fino a raggiungere il piazzale della proprietà, dove c’era un cane di razza corso, legato a un albero con una catena. È a quel punto che l’animale avrebbe azzannato il bambino.

Il cane è stato sequestrato ed è in custodia al canile. Probabilmente il padre del piccolo, sempre secondo le informazioni dei militari dell’Arma, è legalmente proprietario dell’animale. Il pm Silvia Santoro ha aperto un fascicolo: indagini e accertamenti a cura dei Carabinieri della locale Stazione e della Compagnia di Pescara. La salma è a disposizione dell’autorità giudiziaria: il 20 ottobre si deciderà se sarà necessaria l’autopsia o se potrà essere riconsegnata ai famigliari.