Cronaca Italia

Bimbo rom colpisce pecora con pallonata, pastore lo acceca

Bimbo rom colpisce pecora con pallonata, pastore lo acceca

Bimbo rom colpisce pecora con pallonata, pastore lo acceca (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Un pastore ha accecato un bimbo rom di 8 anni. Il ragazzino, secondo quanto scrive Michela Allegri sul Messaggero, aveva colpito una sua pecora con una pallonata. Stando alla ricostruzione del quotidiano romano (l’episodio è avvenuto vicino al campo nomadi di via Salone), il pastore sarebbe dapprima uscito a inseguire il ragazzino e il suo amico con una pistola. Poi, dopo aver sparato in aria un paio di colpi “intimidatori”, avrebbe preso una canna di bambù e con questo avrebbe colpito il bambino all’occhio. E dalle prime notizie che giungono dall’ospedale, le possibilità che il bambino possa perdere la vista sono molto alte.

Racconta la Allegri sul Messaggero:

I fatti risalgono allo scorso 22 dicembre. È pomeriggio quando i ragazzini stanno giocando con un pallone. Uno dei due tira un calcio troppo forte e la palla finisce nel giardino dell’indagato, colpendo una pecora. Il pastore esce di casa. È arrabbiatissimo. Impugna una pistola e spara un colpo. I bimbi fuggono spaventati e lui li insegue. Quando li raggiunge, l’uomo colpisce uno dei piccoli con una canna di bambù appuntita e lo ferisce a un occhio. Il bambino finisce in ospedale, le lesioni sono molto serie. A quanto sembra, avrebbe perso la vista. Questa è la versione raccontata dalle vittime, che oggi verranno ascoltate dal gip in sede d’incidente probatorio. Il racconto dei fatti esposto dal pastore, invece, è molto diverso.

Al giudice, durante l’interrogatorio di garanzia, ha detto che i due bambini la sera prima della presunta aggressione gli avrebbero rubato un agnellino appena nato.

To Top