Blitz quotidiano
powered by aruba

Bimbo sbranato dai cani, petizione su Change.org: “Sono docili, non uccideteli”

CATANIA – Una petizione sul sito Change.org per non chiedere che i due cani dogo argentini che hanno sbranato un bimbo di un anno e mezzo a Mascalucia, in provincia di Catania, non siano soppressi.

La petizione è stata lanciata da Stefania Pappalardo ed è diretta all’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania. In 48 ore è stata firmata da 24mila persone. Ecco cosa dice:

“No all’abbattimento. Sì alla riabilitazione. Il Dogo Argentino è un nobile cane agile e giocoso, è un compagno fedele in grado di stabilire con l’uomo un rapporto di complicità e affetto profondo. Nonostante l’aspetto aggressivo e ‘burbero’, è docile, astuto e affettuoso, ma va educato fin da cucciolo al rispetto dei ruoli e degli spazi”.

“Nessuno vuol essere giudice e giustiziere, ma tanti in Italia hanno un Dogo Argentino, ed ogni famiglia è composta da bimbi, madri e padri. Ci leghiamo al dolore della famiglia di Mascalucia, ma vogliamo evitare che altro sangue possa esser sparso per questa vicenda. Per questa ragione invochiamo “perdono” per i due Dogo Argentino! Chiediamo che possano essere trasferiti e seguiti in un Centro Cinofilo di Riabilitazione”.

L’episodio che ha coinvolto il bimbo di 18 mesi è avvenuto lo scorso 16 agosto. Il piccolo, secondo quanto risulta dai racconti della madre, era con la donna, 34 anni, nel giardino della loro villetta quando è stato attaccato dai due cani di famiglia. La donna ha provato a mettersi tra lui e i cani, ma è stata aggredita a sua volta ad un braccio. I vicini hanno sentito le sue urla e hanno chiamato i soccorsi, ma quando questi sono arrivati per il piccolo era ormai tardi.