Cronaca Italia

Blue Whale, giovane indagata a Milano per istigazione al suicidio di una ragazzina di 12 anni

Blue Whale, giovane indagata a Milano per istigazione al suicidio di una ragazzina di 12 anni

Blue Whale, giovane indagata a Milano per istigazione al suicidio di una ragazzina di 12 anni

MILANO – Blue Whale, c’è una prima persona indagata in Italia in uno dei tanti fascicoli aperti nelle ultime settimane dopo denunce, segnalazioni e l’esplosione, anche mediatica, del fenomeno del “gioco a sfida” che porta giovani e giovanissimi a suicidarsi dopo essersi sottoposti a prove di autolesionismo ispirate da qualcuno sul web.

A Milano una giovane di vent’anni è stata iscritta nel registro degli indagati per istigazione al suicidio dopo che, da quanto emerso dalle indagini condotte dalla polizia postale, via Instagram avrebbe convinto una ragazzina di 12 anni, che vive tra Roma e il nord Italia, a procurarsi alcuni tagli e ad inviarle le foto.

L’indagine è appena agli inizi tanto che, dopo il sequestro di un notebook e del telefono all’indagata ai primi di giugno e l’acquisizione del cellulare della vittima, nei prossimi giorni si terrà un accertamento tecnico irripetibile per appurare il tenore dei messaggi incriminati e se davvero siano stati spediti dalla ventenne.

To Top